Le nostre recensioni

Tutte le nostre recensioni

Antonello Venditti – Giulia

l’intensit√† di questo brano, la rabbia e la frustrazione che racconta, quella voce che supplica e che commuove possono bastare

The Bastard Sons of Dioniso – Non farsi domande

I ragazzi hanno passione e talento, suonano un rock energico, quasi grunge in alcuni pezzi, e nonostante qualche sbavatura sono davvero bravi.

Alessandro Mara РCi Sarò

Tenerissima¬† e zuccherosa, questa canzone √® passata come una ventata d’aria fresca a Sanremo e la ricordo ancora con affetto.

Fabrizio Moro – Pensa

Un testo diretto, profondamente umano, una denuncia sociale che senza enfasi¬†si rivolge all’individuo, ricordando che ciascuno di noi pu√≤ scegliere, sempre.

Umberto Tozzi – Dimentica Dimentica

Credo di aver consumato tutta la mia dose di romanticismo in quelle ore, intorno ai tredici o quattordici anni, seduta sulla sabbia di fronte alle onde, quando finalmente la spiaggia si svuotava, immersa nell’ascolto.

Marlene Kuntz – Nuotando nell’aria

un testo meraviglioso, cupo, struggente, per una pezzo profondamente rock, dal finale irresistibile.

Renzo Rubino – Il postino (Amami uomo)

…geniale, teatrale ed ironico, un talento eccezionale.

Vasco Rossi – Brava

Riconoscibile fin dall’attacco, le bacchette che danno il tempo, il testo √® formidabile, diretto, incisivo, la voce del Blasco con i suoi colori veraci

Max Gazzé РCara Valentina

geniale lettera intima e riflessiva  di un uomo che, provando a chiarirsi con un amore ormai lontano, si trova a fare i conti con se stesso

Mauro di Maggio – Non ti voglio fermare

La capacit√† di dare spazio alle scelte. La consapevolezza delle decisioni altrui. Il non “legare le caviglie” n√® farsele legare.

Niccolò Agliardi РMi manca da vicino

Sembra di poter toccare l’atmosfera di quella stanza, quell’aria del mattino cotta dai respiri, il viso stropicciato, quello strano meccanismo

Le luci della centrale elettrica – Piromani

Suoni ruvidi e testi visionari, che caratterizzano tutto l’album, ma che trovano un perfetto equilibrio (o disequilibrio, o squilibrio!)

Mina – L’importante √® finire

La forza espressiva di “l’importante √® finire” √® nell’atmosfera umida di quella stanza, nei respiri caldi e violenti, nel chiaroscuro alternarsi di emozioni

Timoria – Sangue Impazzito

In ogni caso consiglio proprio a tutti di ascoltare per intero Viaggio Senza Vento, concept-album nostrano di altissimo livello

Don Backy – Sognando

Difficile ascoltare questo brano, seguirne il testo e non lasciarsi pervadere dall’inquietudine,¬†non sentire il ciglio del letto, gli artigli neri della notte…

Steve Rogers Band ‚Äď Alzati la gonna

Sicuramente poco politically correct, ma tant’√®! Sfido chiunque sia stato adolescente negli anni ottanta a dirmi che non si ricorda il ritornello

Steve Rogers Band – Bambolina

Come dimenticare questa ballata romantica e ruvida? Sembra di vederla questa ragazzina terribile, questa piccola Lolita che stuzzica e provoca e gioca a fare la grande.

Vasco Rossi РJenny è pazza

Difficile catalogare questa canzone, che si incunea nelle tracce del progressive rock (la parte finale è portentosa), pur restando una ballata struggente e disperata

Frankie HI-NRG MC – Quelli che benpensano

Spettacolare brano del 1997, che non dimostra per nulla gli anni che ha, non solo per un testo ancora attualissimo, ma soprattutto per la freschezza del ritmo, la capacità di fondere rabbia, consapevolezza, ironia e frustrazione.